alessia-ventura-maglia-rosa-giro-ditalia-2013-twitter-1Inizia oggi la settimana che conduce all’edizione 2015 del Giro d’Italia Internazionale Femminile, che debutterà venerdì prossimo con un cronoprologo individuale in notturna nel centro di Lubiana (Slovenia). Come ogni anno l’appuntamento per seguire quello che accade nella gara considerata da tutti come “la più prestigiosa al mondo del ciclismo femminile” è non solo in televisione, ma anche in radio e sul web.

 

RAI è la televisione ufficiale del Giro Rosa: ogni giorno intorno alle 18 su Raisport andrà in onda la sintesi delle tappe, con la telecronaca di PierGiorgio Severini e il commento tecnico di Gigi Sgarbozza. Inoltre durante la diretta pomeridiana del Tour de France verrà aperta una finestra interamente dedicata al Giro Rosa. La regia RAI è coordinata da Francesca Portinari.

 

Il Giro Rosa è presente su Facebook e Twitter con le proprie pagine ufficiali dove verrà effettuata la diretta web delle dieci tappe, utilizzando l’hashtag #girorosa2015. Infine tutti i risultati della corsa saranno disponibili sul sito ufficiale della manifestazione www.girorosa.it con le foto ufficiali e alle news. Sul canale Youtube del Giro Rosa saranno disponibili i video in di tutte le tappe, con interviste realizzate dalla propria troupe alla partenza e all’arrivo di ogni frazione.

 

La Radio ufficiale del 26° Giro Rosa è Elleradio, con il programma “Ultimo Chilometro” condotto da Carlo Gugliotta. Elleradio è ascoltabile in FM nel Lazio e in Streaming web nel resto del mondo collegandosi al sito www.elleradio.it

Unknown-1

Nuove aperture di Casinò, se ne parla ormai da molti anni e la “Locomotiva” è sempre stata l’A.N.I.T. . Il tormentone fa capolino ogni volta che i comuni, del Mezzogiorno ma non solo, hanno necessità di fare cassa e prospettare ai loro cittadini flussi turistici e nuovi sbocchi occupazionali: cioè, visti i tempi, quasi sempre. Ma almeno per quanto riguarda il governo Renzi l’apertura mostrata dal sottosegretario all’Economia Pier Paolo Baretta, che recentemente ha incontrando il sindaco di Taormina Eligio Giardina ha aperto alla possibilità, rappresenta un inedito assoluto. “Sono molto fiducioso, perché finora erano stati solo i comuni a chiedere la riapertura dei casinò” ha dichiarato Giardina. “Invece questa è la prima volta che l’argomento viene affrontato concretamente dalle istituzioni”. Insomma, un’occasione da non perdere dopo i tanti sforzi a vuoto degli anni passati.

A questo punto, tutto si gioca in Parlamento. Nonostante l’accelerazione promessa dal governo, tutte le eventuali nuove proposte di legge dovranno iniziare l’iter alle commissioni Attività produttive di Camera e Senato, per poi passare al vaglio di Bilancio e Interni. Strada lunga ma non impossibile, anche se in seno allo stesso esecutivo ci sarebbe già chi sta frenando. Specie se, come si sussurra già a Roma, l’esecutivo scegliesse una via alternativa: l’inserimento di una norma ad hoc all’interno del decreto attuativo della Delega fiscale in materia di giochi, che dovrebbe arrivare in consiglio dei ministri entro giugno.

UnknownTutto è pronto, in Piemonte, per il grande appuntamento tricolore che vedrà l’assegnazione, nei prossimi giorni, di ben quattro titoli tricolori. Il meglio dell’Italia che pedala si prepara a dare spettacolo prima sulle strade novaresi, per l’assegnazione del titolo della Crono Élite, e poi sui tre percorsi che porteranno Donne Juniores, Donne Élite e Professionisti a battersi fino al traguardo posto a Torino, davanti alla Basilica di Superga. La macchina operativa dell’Associazione Ciclistica Arona, società organizzatrice dell’evento, è ormai avviata, si lavora per sistemare gli ultimi dettagli con l’impegno di dare il massimo per una sfida davvero eccezionale. Si va definendo, nel frattempo, il campo dei partenti in tutte e quattro le gare: al via ci saranno i campioni uscenti e tutti i più grandi nomi del ciclismo italiano a cominciare da Vincenzo Nibali che rimetterà in palio la sua maglia tricolore ad appena una settimana dall’appuntamento centrale della sua stagione, il Tour de France.

foto 1 credit BolganSAN FIOR (TV). Nella Marca ritorna il grande ciclismo.
Dopo il Giro d’Italia con la crono Treviso-Valdobbiadene, la provincia si tinge ancora di rosa. Questa volta è proprio il caso di dirlo perché saranno le donne le vere protagoniste.
Il 5 luglio arriverà la Gaiarine-San Fior, la seconda tappa del Giro Rosa che inizierà ufficialmente in Slovenia.
Ieri sera (mercoledì 17 giugno), a San Fior, di fronte al pubblico delle grandi occasioni, è stato svelato ufficialmente il tracciato della tappa che partirà poco distante dal municipio di Gaiarine e attraverserà altri quattordici comuni trevigiani per giungere a San Fior.
Quasi 122 (121.5) chilometri che daranno filo da torcere alle atlete perchè ci saranno alcuni tratti che metteranno in difficoltà anche le scalatrici.
Fino al chilometro 73 sarà una “passeggiata”, con tre traguardi sotto la linea d’arrivo a San Fior (Via Zoppè) e un piccolo circuito che si svilupperà nei comuni contermini, poi quando si giungerà a Conegliano la gara entrerà nel vivo.
E’ proprio dal Castello della città del Cima che inizierà la seconda fase della tappa che prevede tre gran premi della montagna, rispettivamente a Rua di San Pietro di Feletto, a San Lorenzo di Vittorio Veneto e a Piai di Fregona (Grotte del Caglieron).
Prima di giungere in Via Zoppè, nella frazione San Fior di Sotto, le cicliste dovranno percorrere l’ultimo strappo del “Calvario” a Colle Umberto.
Sono due in particolare le atlete che hanno uno stretto legame con questi territori: Irene Bitto, passista di Cordignano, della Top Girls Fassa Bortolo Calinferno, che ha iniziato a correre proprio con la Sanfiorese (società organizzatrice della tappa) e Francesca Cauz che dovrà tagliare il traguardo proprio davanti alla pizzeria di mamma e papà.
Francesca,  residente a San Fior, scalatrice, Maglia Bianca al Giro Rosa 2013, ha già provato questa emozione. E’ infatti il secondo anno consecutivo che viene proposta la Gaiarine-San Fior. Lo scorso anno vinse Emma Pooley (Lotto-Belisol) che tagliò il traguardo in solitaria davanti alle olandesi della Rabo-Liv Anna Van Der Breggen (seconda) e Marianne Vos (terza).
Per il patron del Giro Rosa Giuseppe Rivolta, rimasto stupito dal calore del pubblico della Gaiarine-San Fior 2014, “quella del prossimo 5 luglio non sarà una tappa durissima ma le atlete non dovranno perdere la concentrazione perchè non ci sarà respiro a causa della presenza di numerosi traguardi volanti e gran premi.”
Il Sindaco di Gaiarine Mario Cappellotto  e il primo cittadino di San Fior Gastone Martorel durante la presentazione hanno ringraziato quanti stanno lavorando per la messa a punto degli ultimi dettagli, gli sponsor, la regione, la provincia di Treviso e i comuni attraversati dalla tappa.
Gli ingredienti per una splendida giornata all’insegna dello sport ci sono tutti, ora gli organizzatori sperano solo nel bel tempo.

nicolociantigolfUn vero talento, Nicolò Cianti, che ha trascorso i suoi primi mesi dell’anno in campo pratica cercando costantemente di perfezionare i suoi colpi, e non è mancato quindi di brillare nelle sue gare in casa ed in trasferta, con driver sempre precisi e un gioco corto decisamente invidiabile, ha confermato il suo grande stato di forma, lasciando agli avversari solo la gioia di osservare movimenti precisi e molto tecnici. Nei giorni che contano, a dominare la scena a Lanzo d’Intelvi e a Magliaso, con un grandissimo inizio di stagione, Nicolò Cianti centra quattro obiettivi su quattro. Il 2 giugno si é classificato primo nella Beachwear trophy 9b stbl hcp 2 cat con 24 punti, così nella Coppa appacuvi 9b stbl hcp 2 cat. con 23 punti del 16/5 ; Terzo nella Trofeo l’ago di como 18b stbl hcp 3 cat. del 10/5 – con 35 punti e un bel secondo posto il 4/6 in trasferta a Magliaso (SVIZZERA), nella Coppa della Commissione Sportiva 18 buche stroke play 2° categorie si é piazzato al 2° posto con 70 colpi.

97067ff3-78bd-4150-ab2f-cab54f5d396a

I giovani della Unieuro Wilier Trevigiani hanno onorato al meglio la Festa della Repubblica animando il 61° Trofeo Alcide Degasperi andato in scena questo pomeriggio da Trento a Rossano Veneto nel vicentino.

Per completare la giornata perfetta è mancata solo la vittoria, sfuggita per un soffio a Lorenzo Rota (nella foto) e Davide Ballerini, secondo e terzo al traguardo alle spalle di Alberto Cecchin della Roth Skoda.

Il successo sarebbe stato meritato visto che le maglie bluarancio hanno animato la corsa fin dalle prime battute. Nella fuga a quattro che ha inimato i primi chilometri erano presenti Giovanni Pedretti e Ballerini, strepitoso al rientro dopo l’infortunio alla spalla. Tra gli uomini all’attacco alla prima scalata della Rosina non sono mancati Stefano Nardelli, Marco Tecchio e Rota, fresco vincitore del Giro delle Pesche Nettarine.

All’ultimo passaggio al GPM fondamentale l’azione in solitaria del’inossidabile Nardelli, che ha dato il là al compagno Rota che ripreso il trentino ha dato la stoccata decisiva. Il vantaggio massimo del bergamasco è stato di 50″, non abbastanza per impedire il rientro di Cecchin, con il quale si è giocato la vittoria allo sprint.

A regolare il gruppetto degli inseguitori ci ha pensato Ballerini. Nella top ten si è piazzato anche Nardelli, sesto, a dimostrazione dell’ottima condizione di tutta la squadra.

«I ragazzi sono stati impeccabili, purtroppo nel finale su Lorenzo è rientrato l’avversario più temibile e in volata c’era poco da inventarsi. Voglio fare un plauso a tutti, in particolare a Ballerini che è stato in fuga tutto il giorno e alla fine ha saputo centrare il podio» commenta il direttore sportivo Andrea Giacomin.

Sabato prossimo il Team Unieuro Wilier Trevigiani sarà al via della cronometro valida come prova per il Bracciale del Cronoman a Fontanafredda (PN), domenica alla Coppa della Pace – Trofeo F.lli Anelli a Santarcangelo di Romagna (RN).

ciantigiuseppeSUTRI – Il Rotary Club Viterbo Ciminia continua a farsi portavoce delle risorse della Tuscia e lo fa, questa volta, valorizzando le ricchezze enogastronomiche del territorio. Al centro della conviviale che si è svolta presso il Golf Nazionale di Sutri, lo scorso venerdì 17 aprile, c’è stato l’olio extra vergine d’oliva e le sue tecniche di degustazione.

 Organizzato dal Rotary Club Viterbo Cimina, il successo dell’evento è stato decretato da una sala stracolma e dall’interesse dell’argomento affrontato. Condotta da Carlo Zucchetti, noto esperto di enogastronomia, e dalla sua collaboratrice Francesca Mordacchini Alfani, la serata, ha avuto l’intento di rendere il consumatore sempre più consapevole dei propri acquisti, evidenziando le impareggiabili qualità dei prodotti della Tuscia, confrontati, tra l’altro, con un olio della terra Molisana ma proveniente da un’Azienda fondata da un Sutrino (CIANTI & PATROLIN).

E’ stato, quindi, tributato il dovuto riconoscimento ai creatori di tanta eccellenza: il Presidente RC Viterbo Cimina, Enrico Cruciani, ha consegnato gli attestati di benemerenza alle aziende designate (Frantoio Tuscus di Giampaolo Sodano e C. Sas con oliveto in Nepi/Sutri e frantoio in Vetralla; Società agricola Sergio Delle Monache Srl Vetralla; Per L’OLIO CIANTI MOLISE erano presenti le tre generazioni; La coltivatrice diretta Pastrolin Gabriella e Coniuge, il figlio Giuseppe e il nipote Nicolò Cianti).

L’Azienda di Pastrolin Gabriella, sensibile agli eventi e di far conoscere i propri prodotti, nasce agli inizi degli anni settanta, ha come obiettivo il polis cultivar, prodotti di assoluta qualità, come il Leccino e la Gentile di Larino.

L’Azienda è sita in un zona dalle forme arrotondate e dalle linee armoniose che scendono melodicamente verso il Mare, i raggi che attraversano i campi di grano e gli ulivi esposti a temperature miti, fanno sì che nasca l’olio extra vergine di oliva CIANTI , prodotto dall’Azienda Agricola “Contrada Monte” di Gabriella Pastrolin.

“L’olio d’oliva rappresenta un’eccellenza italiana di cui il nostro territorio si fa vanto. Anche questa volta, il Rotary Club Viterbo Ciminia ha voluto valorizzare la Tuscia, riconoscendo il merito a chi ha saputo investire su uno dei suoi prodotti più identificativi, l’olio d’oliva. Il tutto mettendo in luce la risorsa motrice di ogni rapporto economico, quella legata al valore dei rapporti umani” – così, il Presidente del Rotary Club Viterbo Ciminia, dott. Enrico Cruciani, ha commentato il successo dell’iniziativa.

Le caratteristiche di ogni singolo olio, oltre ad essere state presentate dalle aziende produttrici, sono state direttamente – e gustosamente – sperimentate dagli intervenuti grazie ad un menù pensato ad hoc ( Brandade di baccalà con olio Laris Sodano/ Pasta e fagioli con olio Cianti/ Pollo al forno con olio Tamia di Vetralla). Il tutto, accompagnato, da ottimo vino.

La serata, come già accaduto per quella dedicata alle meridiane, ha avuto anche un risvolto tendente al reperimento di fondi attraverso una lotteria basata sulla disponibilità di quantitativi di olio messi in palio dai vari produttori presenti. I fondi raccolti serviranno per l’acquisto di uno scannerizzatore e di una teca espositiva che verranno donati al Museo del Patrimonium di Sutri, in occasione dell’allestimento della mostra “Gli Etruschi a Sutri”.

L’olio – da sempre cultura e tradizione della Tuscia – è stato, dunque, il centro di una conviviale finalizzata alla conoscenza di personaggi ed eccellenze locali che danno lustro al nostro territorio e all’insegna del sapore dell’amicizia che, durante un banchetto, si diffonde attorno ad un tavolo, in perfetta sintonia con la filosofia rotariana.

Servetto FootonUna settimana segnata in rosso attende la società sportiva ATBike e la squadra Servetto Footon: il Presidente Stefano Bortolato e il Team Manager Dario Rossino sono impegnati in questi giorni per discutere e definire importanti questioni dedicate a trattative di mercato e nuove sponsorizzazioni con aziende del settore, presenti in questi giorni a Sanremo in occasione della Grande Partenza del Giro d’Italia. prosegui la lettura…

BodyPart-2Olio Cianti dopo avere oltrepassato la linea di confine Italo/Svizzera, si prepara a volare nel Lazio, venerdì 17 Aprile,  per una serata a tema, dedicata alle tecniche di degustazione dell’Olio.
Molti saranno i commensali presenti e l’Evento sarà condotto da Carlo Zucchetti e da Francesca Mordacchini Alfani.
Le tre generazioni della Familia Cianti saranno presenti con tutta la gamma dei prodotti OLIO CIANTI.

Per ulteriori testimonianze visitate la pagina Facebook:

Olio Cianti

Oppure al sito:
http://www.carlozucchetti.it

In vista del Trofeo AlfrPresentazione Servetto Footon (Foto Ossola)edo Binda, tappa italiana della Coppa del Mondo su strada in programma domenica 29 a Cittiglio (Va), le atlete del TEAM SERVETTO FOOTON gareggeranno domani nella prima edizione della prova open da Grumo Nevano a Caivano. Il Giro della Campania in Rosa si disputerà sulla distanza di 85 km tra la Città Metropolitana di Napoli e la Provincia di Caserta, presentando la difficoltà altimetrica salendo verso Caiazzo. prosegui la lettura…

74aec2bb-db4c-4dc9-a16d-e7db7ceb582e

Anche per il 2015 l’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani ha realizzato l’ormai tradizionale Vademecum. prosegui la lettura…

Giro Rosa - Foto Ossola (5)E’ stato svelato ufficialmente quest’oggi presso il Palazzo di Regione Liguria il percorso del Giro d’Italia Internazionale Femminile Elite – Giro Rosa, in programma dal 3 al 12 luglio 2015. Composto da un cronoprologo, 8 tappe in linea e una cronometro individuale, partirà da Lubiana (Slovenia) per terminare a San Domenico di Varzo, in Piemonte. A fare gli onori di casa, l’Assessore Regionale allo Sport Matteo Rossi, che ha dato il proprio benvenuto: “Il Giro Rosa è la vetrina più importante del panorama ciclistico femminile, presentarlo qui da noi è un vero onore. Questo è un evento che dà ulteriore prestigio a quanto stiamo investendo in Regione Liguria per lo sport nel 2015”. Presente anche il Presidente della Federazione Ciclistica Italiana Renato Di Rocco: “Il Giro Rosa sta affascinando sempre più appassionati, ricordo che nelle precedenti edizioni ci sono state tante giornate con un pubblico numerosissimo, ci aspettiamo ancora più spettacolo sia a bordo strada tra la gente che tra le atlete pronte a darsi battaglia. Un ringraziamento speciale va all’organizzazione capitanata dal Direttore Giuseppe Rivolta, che come sempre lavora davvero bene per realizzare questo prodotto”.

Si parte dunque da Ljubljana, dove si disputerà una breve prova serale contro il tempo che definirà la prima Maglia Rosa. Nella capitale slovena si arriverà anche il giorno successivo nella prima tappa in linea con partenza dalla cittadina di Kamnik. Si entra in Italia al terzo giorno per la Gaiarine – San Fior, confermate sedi di tappa dopo il grande successo di un anno fa. La quattro giorni in terra lombarda comincia con la tappa più lunga dell’intero Giro, la Curtatone – Mantova, di 130,4 km e prosegue con la Pioltello – Pozzo d’Adda per velociste. Si va poi all’Aprica per il primo arrivo in quota dopo 128 km e la partenza da Trezzo sull’Adda, restando in Valtellina dove si correrà la Tresivio – Morbegno di 102 km. Un lungo trasferimento verso la Liguria ci conduce al gran finale della 26° edizione: la Arenzano – Loano (89,7 km) presenta due GPM impegnativi, Naso di Gatto e Melogno, prima della lunga discesa che porta verso il mare. Infine ecco la dura Cronometro del Vergante, 21.7 km tra Pisano e Nebbiuno e ricca di strade tortuose e saliscendi molto tecnici. Questa prova contro il tempo anticipa il tappone finale che da Verbania porta a San Domenico di Varzo e che sancirà la vincitrice assoluta del 26° Giro Rosa.

 

LE MAGLIE

MAGLIA ROSA (CLASSIFICA GENERALE) – DERMAFRESH

MAGLIA CICLAMINO (CLASSIFICA A PUNTI) – SELLE SMP

MAGLIA VERDE (CLASSIFICA GPM) – BIM

MAGLIA BIANCA (CLASSIFICA MIGLIOR GIOVANE) – SAUGELLA

MAGLIA AZZURRA (CLASSIFICA MIGLIORE ITALIANA) – DA-MA

LE TAPPE DEL 26° GIRO ROSA:

Venerdì 3 luglio Prologo: Ljubljana (SI) 2,000 km

Sabato 4 luglio 1° tappa: Kamnik (SI) – Ljubljana (SI) 102,500 km

Domenica 5 luglio 2° tappa: Gaiarine (tv) – San Fior (tv) 121,500 km

Lunedì 6 luglio 3° tappa: Curtatone (MN) – Mantova (MN) 130,400 km

Martedì 7 luglio 4° tappa: Pioltello (MI) – Pozzo d’Adda (MI) 98,000 km

Mercoledì 8 luglio 5° tappa: Trezzo sull’Adda (MI) – Aprica (SO) 128,400 km

Giovedì 9 luglio 6° tappa: Tresivio (SO) – Morbegno (SO) 102,500 km

Venerdì 10 luglio 7° tappa: Arenzano (GE) – Loano (SV) 89,700 km

Sabato 11 luglio 8° tappa: Pisano (NO) – Nebbiuno (NO) 21,700 km (Cronometro Individuale)

Domenica 12 luglio 9° tappa: Verbania (VCO) – San Domenico di Varzo (VCO) 92,700 km

Strade%20Bianche%20(Foto%20Ossola)

La squadra astigiana è partita per l’Olanda dove affronterà tre importanti gare in linea tra giovedì, sabato e domenica. Le ragazze guidate da Luisiana Pegoraro correranno infatti la Acht van Westerveld domani seguita due giorni dopo dalla Ronde van Drenthe, prima prova stagionale di Coppa del Mondo. La domenica chiuderà invece la Novilon Eurocup Ronde van Drenthe. prosegui la lettura…

Strade%20Bianche%20(Foto%20Ossola)

Si è svolta oggi in Toscana la prima avventura europea della stagione 2015 del Team SERVETTO FOOTON: negli splendidi scenari del Chianti le atlete hanno disputato infatti la edizione di apertura della Strade Bianche Femminile, 103 chilometri da San Gimignano a Siena, di cui 17 in sterrato suddiviso in cinque settori. prosegui la lettura…

Ualessia-ventura-maglia-rosa-giro-ditalia-2013-twitter-1na data da segnare sul calendario quella di mercoledì 18 marzo quando al Palazzo della Regione Liguria in Piazza De Ferrari a Genova sarà svelata ufficialmente l’edizione 2015 del Giro d’Italia Internazionale Femminile. Dopo aver reso pubbliche alcune delle dieci tappe nelle scorse settimane, è tempo finalmente di svelare il tracciato completo che sarà affrontato dalle atlete durante la manifestazione in programma dal 3 al 12 luglio. prosegui la lettura…

2219c609-f3be-4162-b891-da70d5e2ca80

Questo mese l’Associazione Corridori Ciclisti Professionisti Italiani rilancia un’iniziativa promossa due anni fa in favore della sicurezza degli atleti per aumentare l’attenzione su questo tema così importante. L’associazione torna a prendere posizione in questo senso per sensibilizzare gli automobilisti che ancora troppo spesso non rispettano come dovrebbero la marcia dei ciclisti agonisti in allenamento o di chi più semplicemente usa la bici come mezzo di trasporto.

Per richiamare l’attenzione anche dei non appassionati di ciclismo sul troppo alto numero di incidenti che coinvolgono chi pedala sulle strade italiane, a partire dalla Milano-Sanremo l’Assocorridori promuoverà una campagna d’informazione realizzando a questo scopo un adesivo stampato in 10.000 esemplari che verrà distribuito in occasione delle corse più importanti del calendario nazionale.

Il logo giallo e nero, che richiama gli automobilisti a mantenere una distanza di sicurezza dalle bici di almeno 1.50 m nel momento del sorpasso, potrà essere attaccato sul lunotto posteriore dell’auto o dovunque si preferisca. Un piccolo gesto, che i corridori della massima categoria si augurano porti a una maggiore attenzione per la sicurezza di tutti i ciclisti.

«Le strade sono sempre più invase dal mezzo di trasporto più ecologico e più bello del mondo, chiediamo agli amici automobilisti maggiore attenzione e rispetto per i ciclisti. Per quanto riguarda invece la tutela in gara, alla Parigi-Nizza ci incontreremo nuovamente con i nostri colleghi stranieri in un incontro organizzato dal CPA per decidere i rappresentanti dell’Associazione Corridori Internazionale che presenzieranno a tutte le corse World Tour in supporto dei partecipanti» spiega il presidente ACCPI Cristian Salvato. «Abbiamo subito sposato con entusiasmo l’iniziativa promossa da Gianni Bugno e dal suo staff perchè siamo consapevoli che i ragazzi hanno bisogno della nostra presenza concreta in strada. A ogni corsa ci sarà un delegato CPA più un referente dell’Associazione nazionale del paese in cui si svolge la gara e un rappresentante in gruppo che collaboreranno con gli organizzatori per sbrigliare situazioni delicate come quelle venutesi a creare, per esempio, al Giro d’Italia dell’anno scorso nelle tappe di Bari e dello Stelvio. I ciclisti devono pensare solo a correre, noi siamo stati scelti da loro per rappresentarli ai tavoli delle trattative come alle gare. Dobbiamo essere ancora più presenti alle competizioni per collaborare con le altre parti in gioco, per tutelare le nostre ragazze e i nostri ragazzi tirando i fili tra tutte le voci del gruppo. Creare un prodotto ciclismo migliore conviene a tutti»

f6400f3c-4b14-4952-9e6e-32ff8c6d59e9Si è alzato il sipario sul calendario italiano degli Elite e Under 23 e il Team Unieuro Wilier Trevigiani ha dimostrato di essere la squadra da battere.
Alla Coppa San Geo, nel Bresciano, la formazione blu arancio ha messo in scena una spendida doppietta grazie al finale da manuale di Davide Ballerini e Lorenzo Rota che con autorevolezza sono andati a prendersi il primo e il secondo posto. prosegui la lettura…

imagesSono centinaia le mail in circolazione di questi tempi a Campione d’Itaia, in vista dello scadere dei 90gg. per una probabile intesa con il Ministro a sistemazione della faccenda particolare di Campione d’Italia, ora a quanto pare sistemata per “grazia ricevuta”,  per i capitali all’estero e la dichiarazione nel quadro RW della dichiarazione dei redditi.

E come sempre, noi di Campionenews, sollecitati dalle richieste stiamo monitorando la questione e volendo in qualche modo essere utili non solo alla collettività, abbiamo appreso che con la circolare n.38/E i Cittadini di Campione d’Italia potrebbero tranquillamente rientrare, leggendo fra le righe, negli adempimenti per il quadro RW.

Cosa c’è di vero lo leggiamo in un articolo del SOLE 24Ore di oggi (20.02.2014) nel quale vi è scritto in grassetto; L’obbligo di compilazione e gli esoneri.

 Nel quadro RW di Unico andranno sì indicati i capitali detenuti all’estero, anche quelli al di sotto dei 10mila, ma sono esclusi dagli obblighi di monitoraggio gli enti commerciali, società ma anche gli enti pubblici. L’esonero copre, quindi, gli enti di previdenza obbligatoria istituiti in forma di associazione o fondazione. Sono esclusi anche gli organismi d’investimento collettivo del risparmio (Oicr) istituiti in Italia, i fondi immobiliari soggetti al regime di non imponibilità e le forme pensionistiche complementari per cui vale il regime fiscale sostitutivo. Sono esonerate anche le persone fisiche che prestano lavoro all’estero per lo Stato italiano, per le organizzazioni internazionali cui aderisce l’Italia e i soggetti residenti in Italia che prestano la propria attività lavorativa in via continuativa all’estero in zone di frontiera e in Paesi limitrofi. In particolare, per quanto riguarda diplomatici e frontalieri, l’esonero dal monitoraggio vale solo se l’attività lavorativa all’estero è stata svolta in via continuativa per la maggior parte del periodo d’imposta e a condizione che il lavoratore al rientro in Italia vi abbia trasferito le attività detenute all’estero. In linea generale, i contribuenti che affidano le attività finanziarie e patrimoniali in gestione o in amministrazione agli intermediari finanziari italiani sono esonerati da qualsiasi obbligo di monitoraggio.

eec71938-f96b-4aa8-97bf-a83b49751c0e

Il Team Unieuro Wilier Trevigiani oggi è salito sul podio del GP Laguna, corsa di categoria 1.2 a Poreč, in Istria.

La formazione diretta da Marco Milesi e Andrea Giacomin torna a casa con in tasca il terzo posto di Simone Petilli, che in volata ha dovuto cedere all’austriaco Michael Gögl (Team Felbermayr – Simplon Wels) e al connazionale Seid Lizde (Team Colpack). prosegui la lettura…

1_via_

Questo pomeriggio a Treviso è andata in scena la presentazione ufficiale del Team Unieuro Wilier Trevigiani. Nell’incantevole Auditorium del Museo Civico di Santa Caterina di Treviso i 14 atleti della formazione bluarancio hanno sfilato davanti al presidente Ettore Renato Barzi e al direttivo dell’Unione Ciclistica Trevigiani. prosegui la lettura…

 GIRO-ROSA-2013Dopo le eroiche gesta all’edizione 2013 da parte di Mara Abbott sul Monte Beigua dove la campionessa americana iniziò a costruire le basi per il successo finale di Cremona, il Giro Rosa ritorna sulle strade liguri, terra di imprese storiche e di grande ciclismo, che nel 2015 avrà uno dei suoi anni più importanti. prosegui la lettura…

Se ne parla ormai da molti anstatutoni, forse secoli, ma oggi più che mai Campione ha bisogno di uno Statuto Speciale che prevede d’adattare desiderose tracce di reciproci interessi fra il Comune di Campione d’Italia, il Governo Italiano e quello Svizzero, in tema di autonomia.

Le materie poste in discussione trovano sostanziali motivazioni e determinazione dalla situazione geografica particolare e dalla grave congiuntura economica in cui si trova il detto Comune nel secondo millennio.

Il territorio di Campione d’Italia, Enclave in territorio Svizzero, ed escluso dal territorio doganale Italiano, è annesso a quello Svizzero, nonostante la sua appartenenza politica alla Repubblica federale d’Italia è totalmente consentito parlarne e discutere la materia per un percorso tutto nuovo.

Lo sapevi che lo Statuto Speciale consentirebbe di …

  • Attribuirebbe a Campione d’Italia tutti i tributi che maturano nel nostro territorio, e quindi darebbe al Comune più risorse per dare ai cittadini servizi degni di un paesello civile. (art. 37)
  • Vieterebbe allo Stato di possedere nulla oltre alle caserme (anche se di fatto non ha mai avuto nulla) e tutto il resto sarebbe del Comune utilizzandolo per dare servizi ai cittadini (artt. 32-35)
  • Consentirebbe a Campione di dotarsi di nuove, strade, porti, scuole, aree industriali e tutte le infrastrutture che le servono per il suo sviluppo (art. 38)
  • Ridurrebbe i dazi sulle importazioni di macchinari che servono per l’artigianato e  per le imprese agro-alimentari? (art. 39)
  • Consentirebbe a Campione di farsi leggi proprie, come uno stato indipendente, in quasi ogni settore dell’economia (artigianato, industria, commercio, terziario), oppure per difendere il proprio territorio e i propri beni culturali, oppure ancora per i servizi d’interesse generale (acqua, luce, gas,…)……….(art. 14)
  • Consentirebbe a Campione di farsi una propria Scuola (le scuole comunque sono sempre state fatte con i soldi del Comune) e una propria Università, dove si insegna la storia, la lingua, la letteratura, l’arte e lo stesso Statuto Speciale (artt. 14 e 17)
  • Consentirebbe a Campione di farsi una propri accordi sanitari e proprie leggi e contratti di lavoro che possano ridurre la nostra disoccupazione, al contrario aumenterebbe il proprio P.I.L.. (art. 17)
  • Tutta l’amministrazione comunque Statale dovrebbe essere regionalizzata e che il “nostro Presidente” (Sindaco) potrebbe sedere nel Consiglio dei Ministri italiani in permanenza a rappresentare gli interessi di Campione come se fosse uno Stato quasi indipendente. (artt. 20 e 21)
  • Potremmo avere una Polizia extradoganale, e una guardia di finanza nostra. (art. 15 e 31).

E invece…siamo ancora fermi alla storia di Totone, anno 777.

 

Elisa & Paolo Longo Borghini (1)Non solo montagne durante il fine settimana conclusivo della 26ma edizione del Giro Ciclistico d’Italia Internazionale Femminile: sabato 11 luglio si correrà nella storica regione del Vergante, nella provincia piemontese di Novara, una cronometro individuale molto impegnativa con partenza da Pisano e arrivo a Nebbiuno dopo 21,700 prosegui la lettura…

svizzera-italia

Una dichiarazione che lancia il rientro dei capitali, quella dell’economista Giacomo Vaciago, il quale dichiara; “Grazie alla mossa della Banca centrale di Berna la voluntary disclosure di Renzi sarà un successo: ora riportare i soldi in Italia conviene. Torneranno almeno 10 miliardi”. prosegui la lettura…

oliobiocianti

“Fosse in Toscana, Olio Cianti, quest’olio si venderebbe come l’oro, qui si può portare a casa con pochi soldi”. Questo il commento di uno dei grandi chef di Termoli sull’olio ottenuto dalla monocultivar molisana “Gentile di Larino”. Olio Cianti oltre ad essere un eccellente olio, come tutti gli oli che si rispettino, ha anche proprietà “magiche” nutrizionali delle sue caratteristiche compositive che sono particolari. Anticamente l’olio di oliva veniva raccomandato per la conservazione dei capelli e per il mantenimento del loro colore naturale; per la cura dei sofferenti di stomaco, di fegato e di intestino; per rimarginare la pelle dalle ustioni e per preservare dall’irraggiamento solare; era considerato indispensabile per i massaggi muscolari e articolari. prosegui la lettura…

Artemisia-Annua

prosegui la lettura…

Esplosione-NucleareIl termine crisi deriva dalla lingua greca. La parola “krisis” poteva significare separazione, scelta, giudizio e decisione. Basterebbe questo per farci capire cosa sta accadendo nel mondo. E cosa accadrà. Stiamo vivendo una fase di un ciclo economico di grandi cambiamenti. Chi non conosce la Storia demonizza le crisi. Perché non coglie nei radicali cambiamenti i fattori di novità di una intera epoca. Siamo in una fase di transizione. Da una forma di società ad una diversa. I radicali processi di modernizzazione delle comunicazioni e delle attività industriali hanno stravolto in questo ultimo decennio il nostro modo di vivere, di lavorare di comunicare. Era naturale immaginare una necessaria fase di armonizzazione di questi cambiamenti. prosegui la lettura…

10898209_10152977911579323_7389389353371909366_nLe giovani velociste del TEAM SERVETTO FOOTON hanno raccolto l’ennesimo importante piazzamento a chiusura della corsa a tappe argentina. Nella sesta e ultima frazione (80 km in circuito nella città di San Luis) Veronica Cornolti (che ha approcciato un tentativo di fuga solitaria nei primi chilometri) e Michela Pavin hanno disputato la volata generale del gruppo concludendo rispettivamente in decima e quindicesima posizione e a 16” dalla vincitrice di tappa Alison Tetrick. prosegui la lettura…

1Mark1875Si parla di crisi, ma molto probabilmente si stampano monete diverse dall’Euro.

“Forse qualcuno pescherà il giolli e con un all-lin potrà vincere la partita e rifare il mazzo.”

Questa è una notizia che ha fatto il giro del web già nel 2011 e la fonte e Disclourse, dove in un’intervista un lavoratore tedesco ha confermato: “Stampiamo marchi” e smesso di stampare Euro.

A renderlo noto non è un parlamentare tedesco ma un lavoratore della zecca di Berlino che ha confidato la notizia ad Affaritaliani.it.

Il 28 novembre è stato anche il giorno nel quale lo stato tedesco ha ammesso, tramite il portavoce di Angela Merkel, Steffen Seibert, che i mezzi finanziari della Germania “non sono infiniti” e che “non abbiamo una forza finanziaria infinita e l’Europa non può pretendere di avere una forza che non ha. La Germania è forte ma non dispone di forze illimitate”.

“Continuando a questo ritmo – aggiunge il lavoratore – saremmo tranquillamente in grado di sopperire alla richiesta di moneta necessaria per coprire il nostro mercato interno se venisse a mancare l’Euro. Sulle monete c’è scritta la data del prossimo anno”.

Forse la probabile mossa tedesca è stata solo una precauzione e un modo per essere già pronti nel caso di catastrofe dell’Euro?

A stockbroker monitors share prices duriAncora segnali positivi dalle Borse Europee, mentre in flessione quella di Zurigo.

Quasi tutte le principali borse europee hanno chiuso oggi in rialzo. Il FTSE 100 a Londra ha guadagnato lo 0,8%, il CAC40 a Parigi l’1,3%, il DAX a Francoforte l’1,4% e l’IBEX 35 a Madrid lo 0,6%. Lo SMI a Zurigo ha perso un ulteriore 6%.

L’ EuroStoxx 50 , l’indice delle 50 principali blue chips della zona euro , è salito dell’1,4%.

L’inattesa mossa della Banca Nazionale Svizzera ha rafforzato la convinzione che la BCE annuncerà giovedì prossimo un programma di allentamento quantitativo in stile Fed. L’euro è sceso oggi al di sotto di 1,15 dollari per la prima volta dall’autunno del 2003. I rendimenti dei titoli di Stato dei Paesi periferici dell’Eurozona sono calati ulteriormente.

Dopo che la Banca Nazionale Svizzera ha deciso ieri di abbandonare il cambio minimo con l’euro, i mercati scommettono che la decisione si stata dettata dalla consapevolezza che la difesa del franco sarebbe comunque fallita visto che la BCE inizierà presto ad acquistare massivamente titoli di Stato sul mercato.

La Borsa di Zurigo è stata sommersa anche oggi da una pioggia di vendite dopo che l’istituto centrale elvetico ha sganciato il franco dall’euro. Tutti i titoli dello SMI hanno chiuso in rosso. I peggiori sono stati Julius Baer Credit Suisse  che hanno perso rispettivamente il 14,6% e il 9,2%.

Mentre Zurigo sprofonda Francoforte continua a salire. Il DAX ha raggiunto oggi un nuovo record storico 10.200 punti.

Queste sono le notizie che rimbalzano sul Web, dal canale di distribuzione dei Notiziari Radiocor in tempo reale, e dalle 24 ore ieri. Tutti i riflettori puntati sulle vicissitudini della Economia e della stabilità Mondiale.

1391962922-svizzeraLa Banca nazionale svizzera (BNS) ha annunciato a sorpresa l’abolizione della soglia minima di cambio di 1,20 franchi per un euro, in vigore dal 2011. L’annuncio ha fatto scendere in pochi minuti il corso dell’euro e ha suscitato una valanga di reazioni nel mondo economico e politico.

In vigore dal 6 settembre 2011, la soglia minima di cambio era stata introdotta “a titolo eccezionale e temporaneo” per contrastare gli effetti negativi del franco forte. Nell’agosto di quell’anno, infatti, euro e franco si scambiavano praticamente alla pari. prosegui la lettura…

Unknown“Campione d’Italia si sveglia con uno schiaffo dal potere di acquisto del Franco Svizzero”. Volatilità (dal latino volatus con suffisso). Sostantivo femminile. 1) Caduta veloce e pronunciata, che inizia normalmente subito dopo che si è acquistato sull’onda di un rialzo apparentemente convinto e convincente. 2) Forte rimbalzo dei mercati, generalmente immediatamente successivo al momento in cui, dopo una brusca caduta, ci si è spaventati e si è venduto. prosegui la lettura…

blackswanPrevisioni shock per il nuovo anno che verrà, ma lo sguardo è già proiettato verso il 2016, vedendo in lontananza “un’ombra bianca”.Come ogni anno gli analisti di Saxobank, specialista negli investimenti e nel multi-asset trading, ha presentato le sue previsioni shock per i 12 mesi a venire. Come spiegato dagli stessi esperti, si tratta di scenari tanto improbabili, quanto imprevedibili, capaci però di destabilizzare i mercati finanziari nel caso in cui dovessero verificarsi. prosegui la lettura…

nataleoliocianti

 

Al via la ricerca dello SLOGAN per L’OLIO CIANTI

scudo-fiscalePubblichiamo un articolo di oggi, inerente regole per il nostro futuro, pubblicato dal;  IL SOLE 24 ore, dal titolo: Regole su misura per Campione. prosegui la lettura…

Come da comunicato affisso in bacheca, avvisiamo che VENERDÌ 19 dicembre, alle ore 12.00 nella Sala Consiliare ” Falcone-Borsellino” del Municipio, avrà luogo la seduta pubblica straordinaria di prima convocazione del Consiglio Comunale per deliberare quanto segue

ORDINE DEL GIORNO

  • Art. 10-bis D.L. 174/2012. Rapporti convenzionali tra Comune e Casinò di Campione d’Italia S.p.A. a socio unico.
oliocianti Parte venerdì prossimo a Lugano –  ex Piazzale delle Scuole – la prima esperienza di Olio Cianti oltre frontiera, per i suoi Top prodotti, con lo scopo di offrire la conoscenza, la valorizzazione e la commercializzazione dell’olio extravergine di oliva che viene prodotto nella Regione Molisana.I prodotti proposti saranno, per il momento, l’olio extravergine di oliva, olio B.I.O., olio D.O.P., olio aromatizzato al limone e il paté di olive verdi e nere.

Sono in molti quelli a prevedere, in questo momento, che potrebbero esserci avvicendamenti nei vari comparti Comunali. Quello che sta vivendo l’Exclave è forse uno dei momenti più difficili degli ultimi decenni, il paese e i suoi cittadini si trovano ad affrontare situazioni e contesti che forse mai avevano vissuto nel recente passato. E’ una fase storica dove il continuo impoverimento delle entrate e la non crescita ha lasciato un passato a dir poco brioso, altrimenti non si spiegherebbero i continui provvedimenti a 360°. prosegui la lettura…

Come da comunicato affisso in bacheca, avvisiamo che VENERDÌ 12 dicembre, alle ore 12.00 nella Sala Consiliare ” Falcone-Borsellino” del Municipio, avrà luogo la seduta pubblica straordinaria di prima convocazione del Consiglio Comunale per deliberare quanto segue: prosegui la lettura…

Campione d'Italia

Campione d’Italia

“Campione faccia valere la doppia carica Istituzionale e tutto il suo peso demografico…!!”
“Il pensiero va ai cittadini, non possiamo dimenticare, solo perché pochi ormai sono residenti in Campione d’Italia e molti fuori dal Comune, quindi residenti AIRE, le molteplici tematiche negative che avvolgono l’Enclave. prosegui la lettura…